I fiumi di Mestre sono il Marzenego

8
IL CANALE OSELLINO Junior

 

Carissima Compagnia Gongolante,

lasciato il Forte Manin alla mia sinistra e il parco San Giuliano a destra mi sono inoltrato verso una sedicente “casa del cane” avendo sulla mia sinistra il canale Osellino (Junior) fino ad arrivare all’intestadura (sbarramento).

L'intestadura dell'Osellino.

L’intestadura del Marzenego: la vecchia foce “alle Rotte”

Qui finiva il Marzenego e finisce il canale Osellino Junior, mentre comincia il canale Osellino (senior) scavato all’inizio del 1500 dai Veneziani per portare le acque del Marzenego, del Dese, dello Zero e del Sile a nord fuori dalla laguna.

Il canale Osellino senior fu un fiasco gigantesco perché, causa la scarsa pendenza, anziché portare le acque a nord le accumulava e le riversava in terraferma trasformando i campi in acquitrini malsani.
Allora agli idraulici veneziani venne l’idea di portare le acque del Marzenego dentro al Dese, quelle del Dese (e quelle del Marzenego) dentro lo Zero, quelle dello Zero (e del Marzenego e del Dese) dentro il Sile e quelle di tutti e quattro dentro la Piave che prima doveva essere deviata a sua volta fuori dalla laguna.

L’operazione riuscì per la Piave e per il Sile ma fallì per gli altri tre fiumi che ancora oggi sfociano dentro la laguna.

Le porte vinciane all'intestadura del Marzenego

Le porte vinciane all’intestadura del Marzenego

Le porte non sono più in uso e andrebbero sistemate per facilitare la fruibilità del sistema lagunare

Le porte non sono più in uso e andrebbero sistemate per facilitare la fruibilità del sistema lagunare

L’intestadura del Marzenego è munita di porte vinciane e di canale per far defluire l’acqua in laguna in caso di piene anche se le porte non appaiono ben messe per non dire di peggio. Mario di storiAmestre mi ha detto che quelli che hanno le barche sull’Osellino vorrebbero accessi in laguna più frequenti e liberi. E effettivamente, andare coi barchini fino alla foce di Tessera costa benzina e logorio degli argini. Speriamo che un restauro dello storico manufatto – se necessario per il controllo dei flussi – non ostacoli la fruibilità dellOsellino e della Laguna.

L'antica foce "Alle Rotte" del Marzenego

L’antica foce “Alle Rotte” del Marzenego

L'Osellino continua diritto

L’Osellino continua diritto

Il canale invece è abbastanza ben tenuto ed è bellissimo, diritto come una spada liquida che affonda nella barena. Il canale Osellino (senior) ignora l’intestadura e prosegue lungo l’argine trecentesco non curandosi del solito cartello che si ostina ad usare il nome ufficiale di Marzenego.
Il cartello in realtà contiene parecchie imprecisioni (come il nome del Consorzio Acque Sorgive (“Risorgive“), quando non pacchiani refusi come i “tre fiumi che… spesso sondavano (esondavano)“.
A far concorrenza al cartello ci si è messa la mia bugiarda e fuorviante cartina stradale secondo la quale, seguendo la sinistra della Foce alle Rotte avrei trovato un’ampia passeggiata lungo la laguna che naturalmente non esiste.
Oltrepassata l’intestadura c’e in realtà una passeggiata ma non mi sono fidato non essendo riportata nella evidentemente non aggiornata cartina stradale.

La passeggiata ciclo-pedonale verso Passo campalto

La passeggiata ciclo-pedonale verso Passo campalto

Sono risalito in macchina e sono tornato indietro, seguendo a distanza dei podisti, con l’Osellino (Junior) alla mia destra.

Solo quando mi sono ritrovato il forte Manin sulla destra e il parco San Giuliano alla mia sinistra mi sono ricordato di essere in un parco in cui non è consentito entrare in auto

In auto nel Parco!

In auto nel Parco!

e alla chetichella, tenendo il motore al minimo, me la sono squagliata dal passaggio fra il parco e l’hotel Russot da cui ero venuto.

Da lì ho imboccato via Orlanda che sembra prenda il nome dal fatto di correre in orlo alla laguna, ma che molti ritengono essere stata niente popò di meno che la via Annia nel suo tratto lungo laguna. Passato il canale Osellino (Junior) sono partito verso Campalto a scoprire le meraviglie dell’Osellino (senior) di cui vi scriverò e documenterò nella mail di domenica prossima a mezzanotte.

 

Basi Grandi
Carletto da Camisan diventato venexian anzi mestrin

 

Continua (clic qui sotto su pag.9)
Gallery completa di questo cap. 8

Post navigation